Il cancro del cipresso

Cosa mi spinge   a fissare negli occhi il mio collasso gravitazionale? L’embolia irsuta della lana mi sferra calci in bocca: mordo il freddo. Così   digrigno breviari di pelle antica e guardo sgretolarsi le certezze, le consunzioni   e i giorni. Potrei oscillare dal soffitto o scivolarmi come seta sulla spalla; invece   mi nutro di radici nel calco … Continue reading