se non fosse per te

se non fosse per te non sarebbe per nessuno non ti sembra semplice? se non fosse per te non desidererei la notte se non fosse per te non annaffierei le piante se non fosse per te non cucinerei pietanze se non fosse per te non mi spoglierei se non fosse per te non metterei questi dannati brani struggenti se non … Continue reading

La felicità è un’astronave calda

La felicità! Ricordo di averla annusata di sfuggita, neanche troppo anzi. Ci rimasi per un mese. Avevo tolto il mio scafandro e fluttuavo leggero in un abitacolo caldo e accogliente. Avevo perso le speranze e improvvisamente mi ritrovo in orbita, col cuore in gola, senza sapere davvero quando e come sia potuto accadere. Come scriveva quel coglione? Tre metri sopra … Continue reading

Tramontana

Sto ascoltando il vento: fa un grido che caccia un gelo dalla bocca e soffia via la baraonda che liscia l’erba, spazza le nuvole, restituisce il cielo, costruisce piccole onde nel secchio riempito dalla pioggia della notte: è un piccolo mare in tempesta. La mucca Carolina non vorrebbe rotolare giù fino a valle fa un dietrofront che manco Hartman il … Continue reading

Lui alzò gli occhi e la vide.

Lui alzò gli occhi e la vide. Cioè, non si stupì di vederla poiché poco prima l’aveva già percepita. L’aveva annusata per l’esattezza: aveva percepito un buon odore, non un profumo ma un odore buono, di animale non minaccioso, proprio l’odore tipico del maglione salmone di lei. Seguendo il fiuto, quindi, alzò gli occhi e la vide. Lui, che stava … Continue reading

PREGHIERA

La mattina è silenziosa, sul presto si è radunata tanta gente. La preghiera sommessa tra le bocche  singhiozza una lingua che nessuno ascolta. È sicuramente morto qualcuno d’ importante perche´ si è alzato un vento caldo. L’aria profuma di nuovo: ci vuole una morte per capire appena per qualche istante, la vita. Dopo pranzo  nelle case le finestre sono aperte … Continue reading

La casa delle fate di Cinzia Marulli, ed. La Vita Felice, 2017, Milano.

“L’ecologia della parola” di Cinzia Marulli:  nota di lettura a cura di Stefania Di Lino    “Una madre e una figlia! Che sconcertante e terribile combinazione di sentimenti di confusione, di rovina. Tutto è possibile quando viene fatto in nome della tenerezza e dell’amore: le ferite della madre le soffre la figlia, le delusioni della madre ricadono tutte sulla figlia, … Continue reading

Il suono dell’inferno

Questo silenzio. Un silenzio infernale. Da quando sei andata via mamma, non c’è più nulla in questa casa. Non c’è più il pavimento lucido e il tuo zn zn ritmico dello strusciare delle pattine. Ci mettevi due ore ad aprirmi alla porta, zn zn, dlin dlon, zn zn znznzn, acceleravi sempre quando poi bussavo e ti chiamavo da dietro la … Continue reading